L’Udc entra nella coalizione “Noci Bene Comune”

Comunicato Stampa del Coordinamneto cittadino dell’Udc

 

La partecipazione, in qualità di candidati al Consiglio Comunale, ad una competizione elettorale e il sostegno ad un candidato sindaco richiedono, dopo l’esito delle urne, coerenza. E coerenza vuol dire continuare a lavorare nella coalizione in cui si è stati eletti, pur in assenza di un vincolo tra consiglieri e coalizione che possa qualificarsi come imperativo. È una questione, lo ripetiamo, di coerenza.

Noi abbiamo fatto la nostra parte in maggioranza, mostrandoci critici quando l’azione amministrativa veniva realizzata mediante scelte discrezionali che non incontravano il nostro consenso. Ed è successo fin troppe volte.

Spesso, è vero, abbiamo votato a favore di determinati provvedimenti perché si rendeva necessario fare sintesi e perché, in questo modo, si riusciva a dar seguito alle nostre istanze, alle istanze dei cittadini nocesi di cui noi ci facevamo portavoce all’interno del Consiglio Comunale.

E, nelle riunioni di maggioranza, abbiamo lottato duramente affinché si desse attuazione ai punti programmatici previsti nel manifesto elettorale. Alcuni dei quali, purtroppo, sono rimasti disattesi.

Teniamo a precisare, a questo proposito, che è stato un nostro Assessore, Italo Colucci, ad ottenere, vincendo le forti resistenze opposte dai vertici dell’Amministrazione Comunale, la pubblicazione quantomeno dell’elenco degli atti amministrativi sull’albo pretorio online. Pubblicazione, lo ribadiamo, che risponde ad uno specifico obbligo di legge.

La candidatura di Piero Liuzzi  al Senato tra le fila del partito del Pdl –  che, in questo modo, ha tradito il suo proclamarsi rappresentante della società civile – e il suo continuo postergare qualsiasi discorso volto ad individuare il percorso politico che la coalizione avrebbe dovuto intraprendere, ci hanno impedito di continuare a tollerare questa situazione. Abbiamo, così, detto “basta”.

E lo abbiamo fatto, insieme ai consiglieri di minoranza, sottoscrivendo un documento che conteneva le nostre dimissioni dalla carica di Consiglieri Comunali e che, di fatto, ha provocato la caduta anticipata della Giunta Liuzzi.

Già in quell’occasione, abbiamo chiaramente ripudiato l’idea di una qualsiasi alleanza elettorale con una destra incoerente e incapace di esprimersi in modo trasparente e, fin da subito, abbiamo visto nella Coalizione “Noci Bene Comune” l’unica valida alternativa in grado di porsi in antitesi rispetto al modus operandi che ha caratterizzato la  gestione della “cosa pubblica” nelle ultime due legislature.

Le difficoltà interne che la coalizione di centro-sinistra stava affrontando e le dichiarazioni rilasciate ai giornali, dalle quali si percepivano delle reticenze all’apertura al dialogo con noi, ci hanno indotto a temporeggiare.

Alla fine, a seguito del netto superamento di quell’impasse che stava gettando discredito sulla coalizione e stava minando alla serietà del progetto e dei metodi adottati, abbiamo deciso di tentare un approccio.
Abbiamo, così, ribadito la nostra posizione di netta rottura verso quella parte politica, peraltro già sancita nel documento politico di scioglimento del Consiglio Comunale e di sfiducia a Piero Liuzzi che, solo per coerenza e rispetto verso il nostro elettorato, abbiamo dovuto continuare ad appoggiare.

Vogliamo proporre ai nostri elettori una lista profondamente rinnovata, in linea con le indicazioni della Coalizione “Noci Bene Comune” (solo Antonio Locorotondo figurerà tra i Consiglieri uscenti unitamente all’ex Consigliere Nuccio Guagnano, perché occorre la presenza di qualcuno che sappia, con la sua esperienza, guidare gli altri), un programma serio e un candidato credibile e coerente anch’esso.

La coalizione “Noci Bene Comune” ha creduto nella genuinità della nostra proposta e, forzando i paletti che si era in un primo momento posta, ha deciso di accettare il nostro appoggio.

Un appoggio, lo ribadiamo, sincero e appassionato.

Abbiamo deciso di far sottoscrivere, come è avvenuto per gli altri, anche ai nostri  candidati l’adesione alla Carta di Pisa, perché desideriamo combattere con forza la corruzione e il conflitto d’interessi che, di fatto, ostacolano lo sviluppo socio-economico del paese in cui viviamo.

Speriamo di riuscire, con lo spirito che caratterizza il nostro modo di agire, a trasmettere questo messaggio ai nostri elettori.

 

Il coordinamento cittadino UDC

 

La mia nota di commento

 

In qualità di candidato sindaco e garante della coalizione “Noci Bene Comune”, è doveroso da parte mia spendere qualche parola non solo per annunciare l’allargamento all’Udc ma anche per motivarne la scelta.

Rispetto a quanto già abbondantemente spiegato nella nota divulgata dal direttivo del partito, vorrei sottolineare che la nostra decisione si è basata essenzialmente su alcune considerazioni. La prima è relativa al voto al bilancio di previsione datato fine ottobre scorso, che pur essendo un atto politico, è stato seguito a distanza di meno di due mesi da un altro atto politico molto forte: la sottoscrizione e deposizione, di concerto con le forze del centrosinistra, del documento che ha decretato lo scioglimento del consiglio comunale e la sfiducia al sindaco Piero Liuzzi. Sfiducia peraltro motivata, da parte dell’Udc, dalla chiara dichiarazione di voler prendere le distanze dal centrodestra e di non volerne condividere più alcun tipo di discorso politico.

A ciò si aggiunga l’accoglimento, da parte del coordinamento dell’Udc, di alcune fondamentali indicazioni avanzate dalla coalizione “Noci Bene Comune”: l’accettazione del programma partecipato, l’adesione al codice etico contenuto nella “Carta di Pisa” e la presentazione di liste il più possibile rinnovate. In effetti, degli ex consiglieri, solo Antonio Locorotondo e Nuccio Guagnano compariranno nella loro lista, come guida per chi è alla sua prima esperienza.

Ho così deciso, assumendomi la piena responsabilità dell’iniziativa e chiedendo e ottenendo la fiducia della coalizione, di chiudere un accordo non solo programmatico, ma anche di metodo, che vedrà sin da oggi l’ingresso ufficiale dell’Udc nella coalizione e un comune proseguimento del cammino già intrapreso.

 

Domenico Nisi

Candidato Sindaco “Noci Bene Comune”